Mezzogiorno da scoprire: una sinergia turistica tra Bari, Gravina e Matera

Tra colonne portanti e nuovi innesti: è cantiere aperto sul turismo. E dai “calcinacci” qualcosa già si intravede.
Se n’è parlato venerdì 4 dicembre nella cornice suggestiva del chiostro di San Sebastiano in occasione del convegno dal titolo “Turismo culturale: la ricchezza del nostro territorio”.
«In continuità con il percorso comune già tracciato per candidare Gravina accanto a Matera fra i siti “patrimonio dell’umanità” UNESCO e con il recente riconoscimento di Matera Capitale Europea della Cultura 2019- spiegano da Adesso Gravina l’associazione a capo della organizzazione dell’incontro- siamo stati spinti ad organizzare questo dibattito che vede confrontarsi personalità delle istituzioni locali, regionali e nazionali. Occasione di incontro anche per gli operatori turistici sul tema del turismo culturale quale ricchezza del nostro territorio». Presenti Francesco Palumbo, Dir. Gen. Beni Culturali sett. Turismo, Cesare Veronico, Pres.Parco Nazionale Alta Murgia, Raffaello Giulio De Ruggieri, Sindaco Matera, Antonio Decaro, Sindaco Bari e città metropolitana, Alesio Valente, Sindaco Gravina in Puglia, Liborio Dibattista, Assessore Comune di Gravina. Insieme a loro, U-TUB con il compito ben riuscito di allietare i palati dei presenti con le sue prelibatezze figlie delle materie prime del territorio murgiano. Inno anche questo ad un turismo sostenibile.